Appunti

Storia – Appunti – Il nuovo metodo scientifico (schema)

  • nella prima metà del 600 in europa inizia la rivoluzione scentifica
  • da questa rivoluzione prende origine la scienza moderna  ( matematico – sperimentale) e una nuova concezione del mondo fisico
  • il nuovo approccio allo studio della natura comportava una critica della cultura tradizionale
  • dalla rivoluzione scientifica derivò la spinta a elaborare una nuova filosofia basata su fondamenta più solide di quelle di allora
  • un profondo ripensamento investi anche la filosofia politica e il modo di concepire il potere e lo stato
  • in questo campo viene criticata la trafdizionale giustificazione del potere. cioè derivante da dio
  • si assiste a una grande stagione del barocco

I tratti generali della rivoluzione scentifica

  • si afferma un nuovo metodo della ricerca scientifica in campo fisico
  • ampliamento del campo dei fenomeni naturali studiati dagli scienziati
  • ce l’uso del cannocchiale e del microscopio
  • furono intuiti ed elaborati nuovi principi e nuove teorie e leggi in sostituzione di quelli tradizionali
  • si affermano i principi di inerzia e di relatività dei movimenti
  • si affermano: legge di accelerazione di gravità, leggi di keplero e la legge newtoniana di gravitazione universale
  • diventa più stretto il rapporto tra scienza e tecnica

fattori storici della rivoluzione scentifica

  • attività mercantili e industriali stimolate dalle crescita demografica ed economica cinquecentesca
  • affermarsi degli stati moderni
  • le monarchie assoluto che appoggiavano i tecnici e scienziati alcuni protagonisti della rivoluzione

le premesse rinascimentali della rivoluzione scentifica

  1. il naturalismo rinascimentale apportò una consapevolezza nuova dell’importanza dei sensi e dell’osservazione sensibile nella conoscenza della natura
  2. l’umanesimo portò con se una fiduciosa rivalutazione della dignità dell’uomo e della capacità autonoma della ragione umana
  3. la filologia contribui al formarsi di un nuovo atteggiamento conoscitivo, basato sull’esame scrupoloso dell’oggetto studiato
  4. la ripresa di antiche dottrine filosofiche emarginate nel tardo medioevo: platonismo, pitagorismo e atomismo antico

Copernicanesimo, rivoluzione scientifica, crisi dell’antropocentrismo

  • l’apporto fondamentale della cultura rinascimentale è rappresentato dalla ” rivoluzione” di copernico
  • per lui, la terra vagava per il cielo, e non era il centro immobile del sistema come voleva aristotele ( questo confermano le osservazioni di Gallileo
  • per lui, sono identiche le leggi della fisica celeste e terrstre
  • l’uomo non è più l’osservatore immobile al centro del cosmo

la grande macchina dell’universo e il nuovo metod0 scentifico

  • il mondo viene concepito come macchina, come un grande orologio
  • il nuovo metodo era composto da: l’osservazione sensibile della natura; i procedimenti matematici e la verifica sperimentale delle teorie scientifiche

l’osservazione sistematica della natura e la misurazione dei fenomeni

  • la nuova scienza partiva dall’idea che la conoscenza della natura debba basarsi in primo luogo sull’osservazione dei fenomeni naturali, condotta per mezzo dei sensi
  • l’osservazione deve essere accurata e sistematica
  • i primo scienziati moderni capiscono che l’osservazione della natura può essere resa più potente e accurata dall’uso di strumenti (cannocchiale, microscopio)
  • i dati osservativi venivano misurati geometricamente

la verifica sperimentale

  • la teoria formulata è un ipotesi
  • per affermarla ce bisogno di esperimento

scienza e tecnica, teoria e pratica

  • la scienza moderna comporta anche un nuovo modo di concepire il rapporto teoria-pratica, o scienza-tecnica
  • momento teorico e momento tecnico-pratico nel nuovo metodo scientifico sono strettamente legati
  • si ottiene la convalida di una teoria scientifica attraverso la pratica sperimentale
  • la pratica sperimentale implica una forte base tecnica

il rinnovamento della filosofia. Razionalismo ed empirismo

  • la crisi del sapere tradizionale oltre a investire la concezione del mondo fisico, investì anche i fondamenti della filosofia aristotelica
  • nel 600 derivò un ripensamento del sapere filosofico, con la nascita di due grandi orientamenti di pensiero razionalismo ed empirismo
  • cartesio è considerato iil fondatore del razionalismo moderno
  • di fronte alla crisi alla crisi della scienza e della filosofia tradizonali. cartesio si propose di realizzare un nuovo sistema filosofico complessivo, alternativo a quello aristotelico- scolastico
  • questo nuovo sistema a differenza da quello ultimo era fondato su principi indubitabili perché razionalmente evidenti

Lascia un commento »

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

The author does not say much about himself

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: