Appunti

Critiche alla teoria dell’equilibrio di concorrenza perfetta

L’obiezione di Marshall:

v  Marshall cercò di avvicinare la concorrenza perfetta alla realtà economica

v  La sua analisi: l’aumento dell’offerta è dovuto alla crescita delle imprese esistenti ( questo grazie alla diminuzione del costi di produzione ottenuta sfruttando le economie interne ed esterne)

v  Il livello produttivo più alto consente all’impresa di ridurre i costi fissi

Le economie interne:

  • Sono le riduzioni dei costi di produzione che si realizzano aumentando le dimensioni dell’impianto produttivo

Le economie esterne:

  • Sono le riduzioni dei costi che limpresa realizza sfruttando situazioni o interventi che si verificano al suo esterno

La tesi di Sraffa:

  • Conclude che i costi di produzione non costituiscono un limite per la crescita dell’impresa
  • Afferma che il vero limite delle imprese deriva dalla domanda del mercato (l’impresa continuerà a incrementare la produzione fino a quando sarà assorbita dall’impresa

Lascia un commento »

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

The author does not say much about himself

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: